OTTOBRE - Visitatori n° 14982
Agenzia Web: Come aprire un conto corrente, tutte le informazioni utili

Come aprire un conto corrente, tutte le informazioni utili

Parleremo di banking etico oggi. Un argomento chiave e ancora poco discusso sulla blogosfera. Eppure siamo sempre più numerosi da consumare secondo i nostri valori. Che si tratti di consumo locale, biologico, vegano, qualunque cosa, vogliamo concentrarci su aziende e prodotti che sembrano etici. In tal modo,
usiamo i nostri portafogli come una scheda giornaliera. Eppure, non pensiamo immediatamente all'impatto del nostro conto in banca, che è la riserva di questo portafoglio! Non siamo necessariamente consapevoli che il nostro conto corrente presso Crédit Agricole o il nostro opuscolo A presso il BNP possono registrarsi apertamente contro il flusso di questo approccio etico che prendiamo con tanta attenzione ad adottare. Ad esempio, ti sei mai chiesto cosa sta facendo la tua banca con i tuoi soldi?

Ciò significa che potenzialmente, il tuo denaro potrebbe essere utilizzato per un prestito a un tabacco, petrolio, agro-alimentare, ecc. Settori con cui potresti non essere d'accordo e che ti prendi cura di non sostenerti finanziariamente nella tua vita quotidiana, ma che la tua banca finanzi allegramente. Facciamo un esempio concreto. Immagina che Nicolas sia un attivista ambientalista che ha fatto della transizione ecologica la sua priorità. Ciò che Nicolas non sa è che la sua banca ha concesso un prestito ad Areva per la costruzione di una nuova centrale nucleare. Pensi che sia esagerato? Per niente, BNP Paribas ad esempio finanzia 9 volte più combustibili fossili che rinnovabili. Vedi il problema. Non molto bello per Nicolas.

Tu speculi sui mercati finanziari?

Secondo scenario, la banca specula con i tuoi soldi sui mercati finanziari per diventare ricchi. Ne è stato perfettamente legittimato, dal momento che le banche al dettaglio e le banche di investimento non sono più separate. Quindi tutte le principali banche francesi hanno anche una banca d'investimento. E questo pone due problemi: Il primo è simile a quello spiegato nel paragrafo precedente: non si sa in quali settori o società la banca investe. Il secondo, più serio, è il rischio che questa attività speculativa porti sulla società. Nel caso in cui l'investimento vada a buon fine, va nella tasca della banca (beh, è ​​bello, ti dà una piccola parte nel pagare i tuoi risparmi).

Nota: per la banca, sono i conti correnti che sono i più vantaggiosi, dal momento che forniscono alle banche risorse gratuite, senza interessi (non ricevi interessi sul tuo conto corrente, mentre ricevi sul tuo conti di risparmio per esempio). Siamo quindi tutti preoccupati, solo dalle persone con un sacco di soldi messi sui conti di risparmio.

Capirai: non puoi sapere come la banca usa i tuoi soldi, e se sei in procinto di adottare uno stile di vita etico e responsabile, questi investimenti andranno senza dubbio contro i valori che indossare e giocare.

Quindi cosa fare? Prima di tutto, scopri il finanziamento della tua banca. Cerca informazioni da fonti diverse, non solo sul sito web della tua banca, che è potenzialmente esperto di greenwashing, e chi non griderà a voce alta che sta investendo in armi. Ti consiglio di leggere questo piccolo libretto "Scegli la tua banca" preparato dall'ONG Friends of the Earth. Se ti rendi conto che la tua banca è tutt'altro che esemplare e che questo è un problema morale, puoi scegliere di guardare alle banche più in sintonia con i tuoi valori, che non speculano con i tuoi soldi e guadagnano. trasparenza una delle loro priorità. In una parola, una banca più etica.



mutui